Liebster Award

Ciao a tutti!

  • Eccomi tornata di nuovo attiva dopo una devastante settimana di vacanze…devastante sì, perchè si sa…a Ferragosto tutti partono, tutti viaggiano, tutti prendono le autostrade, tutti intasano, bollino rosso in ogni dove e io, nonostante sia una di quelle che affolla le carreggiate,  raggiungo il massimo limite consentito dai nervi per evitare di aprire il tettuccio della mia Fiorucci e gridare cose tipo “sbrigatevi!”, “si schianta!”, “muoversi!” o “ma perchè non state a casa??” col rischio di sentirmi ovviamente rispondere “perchè non ci stai tu?”…logico, come soffro io in coda così soffrono tutti! Se potessi sceglierei sicuramente altre date e magari un altro paese per emigrare ma purtroppo il mio compagno ha le ferie in questo periodo ed io non avendo un lavoro sono costretta a prenotare all’ultimo momento sperando di trovare posto in qualche buco di un qualche paesino possibilmente vicino al mare. Poca spesa massima resa non esiste quando ti riduci all’ultimo secondo, speriamo che il prossimo anno vada meglio. Stavolta è toccato a Cervia! Niente male devo dire: è vicino a Milano Marittima e a Cesenatico, entrambi luoghi carini e pieni di vita sia per i giovani che per i meno giovani…tanti bambini e famiglie, l’acqua non troppo pulita, ma nel complesso siamo stati bene. Non volevo tornare a casa, vi dico la verità! Mi mancava un po’ il nido, mi mancavano i miei cani e ho avuto il pensiero del mio gatto disperso ogni singolo giorno, ma se avessi potuto confesso che quella routine colazione-spiaggia-pranzo-spiaggia-cena-locali notturni me la sarei tenuta ancora un pochino!…ma oggi non siamo qui per raccontare del mio viaggetto staccaSpina, bensì per onorare la nomina, fatta da Ali di pergamena che ringrazio ❤ per il  LIEBSTER AWARD E BOOK TAG!

liebster-award

Vediamo il regolamento:

– ringraziare la persona che ti ha nominato
– rispondere alle dieci domande
– scrivere altre 10 domande
– nominare altri 10 blog
– comunicarglielo con un commento in un loro post

Tutto pronto, via!

  1. Parliamo del genere fantasy, il mio prediletto. Vi piace leggerlo? o lo trovate un genere inutili e troppo infantile?

Il fantasy è un genere che mi appassiona molto, anche se non tutto…ci sono autori che, secondo me, scrivono molto bene e sanno coinvolgerti magari facendoti sognare di avere certi “poteri” o di poter vivere una storia come i protagonisti…altri vogliono solo scopiazzare perchè hanno inteso che vanno di moda i vampiri piuttosto che gli angeli o le sirene, sinceramente cerco sempre di evitare storie troppo strutturate ma nel complesso mi piace leggere questo genere di racconti. Recentemente ho letto la saga di Lauren Kate e mi è piaciuta moltissimo!

  1. Quando leggete preferite cartacei o i digitali (ebook) che ora vanno tanto di moda? e perché?

Assolutamente cartaceo! Gli ebook saranno pure economici, chic, comodi…ma non c’è nulla e ripeto nulla di più bello per me che aprire un libro nuovo, sfogliarne le pagine ancora un po’ rigide e incastrate nella copertina ben stretta, e annusarlo continuando a far scorrere le pagine tra le mie dita. Cartaceo tutta la vita!

  1. Il luogo migliore dove leggere. Mare o montagna? In casa, nella vostra comoda e confortevole stanza, o fuori all’aria aperta?

Per scrivere ho bisogno del mio spazio e dei miei momenti. Ci deve essere l’ispirazione, in genere preferisco avere la camera buia con la sola luce della lampada da tavolo…per leggere invece ogni momento e posto sono buoni! In questo periodo mi trovo spesso ad uscire in giardino, ma le zanzare non mi danno pace e spesso il sole ci batte troppo forte per non sudare e inumidire i caratteri quindi sono costretta a rientrare e sedermi in sala: distesa sulla chaise loungue, gambe alte, testa sul cuscino…

  1. Tengo molto a questa domanda. Preferite leggere libri corposi (1000 pagine) o sottili? oppure una lunghezza medio/standard?

I libri troppo “alti” mi hanno sempre messo una certa ansia ma ne ho letti molti di corposi e infiniti…di solito però, a meno che una storia non mi prenda parecchio, tendo a scegliere libri di media lunghezza.

  1. In che modo la tua vita privata influisce sulla tua passione?

Moltissimo. Credo che non ci sia una storia che ho scritto, a parte qualche piccola eccezione, che non sia stata ripresa dalla mia realtà…da qualcosa che ho vissuto o che sto vivendo.

  1. Leggi molti libri? di che genere?

Leggo parecchio sì, quando ho un momento libero e non sono troppo cotta preferisco sempre aprire un buon libro piuttosto che accendere la tv o fare qualsiasi altra cosa…il genere che mi piace di più sono le storie d’amore, ma se la trama mi prende leggo qualsiasi tipo di storia.

  1. Divoratrice di libri o moderata/o lettrice/lettore?

Diciamo pure che li mangio a colazione, pranzo e cena!

  1. Cosa ti ha spinto a diventare blogger?

In realtà questa domanda mi mette un po’ in difficoltà…Avevo già i miei romanzi, i miei racconti e le mie poesie con le quali potevo esprimermi quindi l’apertura di un blog per esternare i miei pensieri in teoria non doveva essere poi così necessaria. Invece lo è stata, ad un certo punto ho sentito il bisogno del confronto, di conoscere nuove persone, di avere una specie di diario segreto da aprire e scarabocchiare con ogni cosa che mi passava per la testa senza per forza dover stare attenta alla punteggiatura, all’italiano o al significato dei termini. E, beh, ha funzionato!

  1. Cosa ti piace di più dell’essere blogger?

Mi piace poter essere me stessa. Essere blogger è come mettersi a nudo senza pretendere niente in cambio.

  1. Quale consiglio daresti a un blogger alle prime armi?

Il mio consiglio è di non scoraggiarsi al primo ostacolo! Può capitare che, essendo all’inizio, il blog non riscuota molto successo: che non sia seguito, che non ci siano like o commenti agli articoli ma questo non significa che il lavoro non piaccia, basta solo avere pazienza…che poi in primis è bene scrivere per se stessi, se poi arrivano le approvazioni dagli altri tanto meglio 😉

  1. Domandina facoltativa: Hai incontrato una difficoltà nel gestire la preparazione dei tuoi articoli? Oppure ti sei lasciato guidare dall’istinto?

Sono una persona molto impulsiva, 99 volte su 100 non mi fermo più di tanto a pensare…però, se c’è una cosa che ho imparato negli anni e che prima di tutti mi è stata insegnata dalla mia maestra di italiano alle elementari, è che è sempre bene dare un’occhiata al complesso prima di consegnare…o pubblicare, in questo caso! A scuola sono sempre stata una delle prime ad appoggiare il tema sulla cattedra, finivo sempre prima degli altri e la settimana successiva al momento della riconsegna avevo sempre uno dei voti più alti tanto che i miei scritti spesso e volentieri venivano letti in classe davanti a tutti. Solo una pecca mi rovinava, lei lo diceva sempre a mia madre ai colloqui: “è brava, ma per lei la brutta copia e quella bella sono la solita cosa. Scrive di getto, non rilegge e consegna”. Sbagliando si impara, grazie maestra!

Wow, mi sono dilungata come sempre…adesso le mie 10 domande:

  1. Ho recentemente scoperto Sophie Kinsella come autrice e mi sto dedicando alla ricerca per librerie e biblioteche dei suoi romanzi, l’hai mai letta? Cosa ne pensi del suo modo di scrivere?
  2. Ho bene in mente quale è stato il primo libro che mi ha portato ad iniziare a leggere compulsivamente, ti ricordi qual’è stato il libro che ti ha fatto scattare la scintilla?
  3. So che al giorno d’oggi stanno spopolando gli Ebook, preferisci il formato online o il buon vecchio libro cartaceo?
  4. Qual’è il tuo genere preferito e perchè?
  5. Cosa pensi dei film tratti dai libri? Qual’è quello che secondo te è stato più fedele al romanzo?
  6. Ti capita spesso di “buttarti” nell’acquisto di un libro del quale non conosci l’autore?
  7. Con quale criterio scegli un libro di un autore nuovo? guardi la copertina, la dimensione del carattere, il numero di pagine?
  8. Se potessi essere un personaggio di un libro, in quale ti trasformeresti?
  9. Di solito preferisci comprare i libri che vuoi leggere o usufruisci solo dei prestiti alla biblioteca?
  10. Parliamo di blog: ricordi qual’è stato il primo articolo che hai scritto?

Spero che le mie domande possano risultare interessanti, ma la mia autostima non è molto elevata quindi invece di taggare 10 blog come richiesto preferisco lasciare a voi la libertà di poter fare questo gioco solo se ne avete voglia…

-Buonanotte, un bacio

Annunci

4 thoughts on “Liebster Award

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...