Ferragosto quest’anno si passa a casina

Sono dieci giorni che non mi faccio sentire, dieci! Sono imperdonabile, ma chiedo lo stesso pardon 😉

Ne sono successe di cose…ecco che vi aggiorno:

Credo sia stato in assoluto il primo anno in cui la notte di San Lorenzo non sono andata a mettermi sdraiata da qualche parte col naso in sù in cerca di striscie luminose lasciate da stelle cadenti.

Che vergogna, io adoro San Lorenzo!

L’ho sempre adorato fin da quando, al campeggio, ci mettevamo sulle sdraio in spiaggia e ci raccontavamo storielle guardando ogni tanto il cielo, ho continuato ad adorarlo anche dopo aver venduto la roulotte ed ho cercato di onorare quella notte cercandomi un posto tranquillo in cui stare ad esprimere desideri per tutti gli anni successivi, lo adoro ancora ma quest’anno mi sento vecchia e me lo sono perso…

ero troppo stanca per andare alla Rocca di Carmignano a vedere “calici di stelle” e, dato che il giorno dopo entravo di turno alle 8 e Davide alle 7, non ci siamo neanche degnati di metterci fuori in giardino cinque minuti.

La verità, ora che ricordo bene, è che mi ero ripromessa di andare in Galceti il venerdì successivo…all’osservatorio astronomico del parco avrebbero dato la possibilità di dare una sbirciatina alla galassia con il telescopio e sarebbe stato davvero molto carino e romantico se solo non avessi dovuto trovarmi con le mie compagne di imminente addio al nubilato per scrivere su ogni santissima maglietta “l’amica della sposa” e cazzate simili.

Sì ok, scusate la parolaccia…ma è già il secondo in poco tempo e anche se eravamo partite in quarta ed avevo sperato fosse meglio del primo ci siamo ritrovate una settimana prima senza niente di fissato o di pronto, tranne le magliette!

Chi vivrà vedrà, si impegni qualcun’altro…

Per questo Ferragosto avevo tanto sperato di poter andare un po’ al mare, di poter tornare un po’ a casina mia, al campeggio che come sapete io devo frequentare almeno un paio di volte l’anno sennò vado in astinenza. Ed anche se la decisione finale si è fatta un po’ attendere dato che Davide a lavoro ha casini su casini e che -si sà- in questo periodo trovare un posto anche soltanto per una tendina non è questione da poco, ce l’abbiamo fatta a fare le valigie in tempo di record (tanto per due notti cosa si porterà mai…) e a partire direzione Tirrenia.

Vi lascio immaginare la delusione quando, una volta arrivati, la tizia della reception mi ha detto che erano pieni -.-”

Allora sai cosa? Le ho detto “ascoltami bene Francesca, te lo sai che io sono stata quì per quindici anni e che per me questa è una seconda casa e che mi basta anche un buco di piazzola vicino ai cessi. Me la trovi o devo andare al Pineta (il campeggio accanto) e poi sgattaiolare qui di nascosto perchè è qui che voglio stare?”

Per farla breve, ho vinto io. Ecco pronto un posto vicino alla piscina e con uno spazietto pure per l’auto 🙂

Non mi perdo in dettagli, è stato bello…non lo mettevo in dubbio…l’emozione che mi sale ogni volta che gli occhi mi riportano alla mente il passato, che cammino per quelle strade, che sento quegli odori, non so nemmeno come fare a trasferirla dal cuore alla penna!

è vero, molte cose e persone sono cambiate e a momenti non le ho nemmeno riconosciute… è vero, eravamo in una piccola tenda scomoda, dovevamo fare cento metri ogni volta che ci scappava la pipì, non avevamo neanche un tavolino dove appoggiare le cose, il Pool Party in piscina la sera del 14 ci ha scassati fino a tarda notte e la mattina non abbiamo neanche potuto dormire perchè alle otto era già un caldo da soffocamento immediato ma io ero felice.

E di questo devo ringraziare Davide perchè lo sapevo che lui non lo era, non moltissimo almeno, ma non si è lamentato mai…avrebbe potuto scegliere di passare gli unici due giorni tranquilli che aveva da un’altra parte, magari in un posto nuovo, magari in un residence servito e riverito, magari voleva fare il bagno in un mare con l’acqua più pulita invece che con le alghe galleggianti e il puzzo dello scolmatore a tratti…

Avrebbe potuto tante cose, fatto sta che quando io gli ho chiesto “andiamo al campeggio quest’anno a Ferragosto?” lui mi ha detto sì senza pensarci due volte, senza pensarci due volte ha messo da parte la sua felicità per permettere la mia. Come si fa a non amarlo?

Quindi, dopo il momento commozione voglio anche informarvi che in questi giorni non ho avuto molto tempo per scrivere perchè la biblioteca è chiusa, il mio computer di casa si è rotto e oltre al turno regolare (dove stiamo facendo le pulizie di primavera in ritardo spostando libri e pulendo ragnatele) mi sono accollata un Volpino, un Dogo Argentino e -quasi- un Lupo Cecoslovacco da guardare mentre i padroni sono in ferie quindi di minuti liberi ne rimagono ben pochi.

Oltretutto siamo a metà Agosto passata, ogni tanto le giornate sono più fresche e inizio già a sentire la depressione pre-autunnale di quando comincio a pensare che l’estate se ne stia già andando senza salutare per benino…

Non ce la posso fare giuro a pensare che tra poco ci sarà da imbacuccarsi di nuovo come omini Michelin, che il contratto mi scade e non so che ne sarà di me in generale…che vita!

Forza e coraggio però, niente è perduto! Nel frattempo mi appassiono a Sepulveda e nelle pause cerco di leggere il più possibile i suoi libri. Per ora sono a tre e a casa ne ho altri quattro, forse questo weekend ci darò dentro mentre mi rilasso “buttata da qualche parte”, come dice mia madre.

E niente…mi sono dilungata troppissimo, devo tornare a pulire scaffali.

A presto 😉

Annunci

13 thoughts on “Ferragosto quest’anno si passa a casina

      1. Anche per me, solo che adesso facciamo campeggio solo per andare al mare, per il resto siamo girovaghi, la canadese non fa più per noi, gli anni passano…

        Mi piace

      1. Eh no, se si potesse cambiare il meteo ognuno a nostro piacimento questo pianeta sarebbe ancora più disastrato di com’è quindi forse meglio così… Però se l’inverno durasse 1 mese e nel resto dell’anno ci fossero temperature per lo meno di 15/20 gradi sarei davvero felice 😁

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...