Questa brutta faccenda del Blue Whale

Questa brutta faccenda del Blue Whale ci sta sfuggendo un po’ di mano…

A parte il fatto che è una diavoleria senza limiti e che l’ideatore di questa schifezza dovrebbe essere cosparso di catrame e gettato in fondo all’oceano. 

A parte il fatto che speriamo sia una cosa passeggera e che tutti questi servizi che ne parlano servano a far aprire gli occhi ai nostri ragazzi invece che incentivare l’effetto epidemia. 

Però, dico io, come ci si comporta di fronte ad una cosa simile?? 

Ieri mi sono imbattuta in un articolo sulla pagina facebook di una nota testata giornalistica… Diceva che il fenomeno pare in aumento e che pian piano stanno venendo fuori sempre più casi di adolescenti caduti nel vortice, magari li ritrovano morti o magari i genitori (messi sull’attenti da questo sciame di notizie) si rendono conto che il proprio bambino è finito nella tana del lupo e chiedono aiuto per salvarlo. 

Ora, premesso che questa roba mi lascia non poco sconcertata, leggendo quell’articolo mi sono chiesta: “io che cacchio farei?” 

Non ho figli, non è un segreto, ma se ne avessi io non oso immaginare la reazione… 

Se mi chiamano e mi dicono “signora, suo figlio si è gettato da un palazzo” lì è facile da immaginare… Morirei di dolore!  

Ma se una volta magari siamo a tavola e il ragazzino per puro caso tirandosi su una manica lascia intravedere dei tagli profondi sulle braccia, e se a quel punto mi scatta la lampadina in testa, e se poi con non poca fatica ottengo conferma che quello scemo si è ficcato nei guai… Io che farei?? 

Mi sono fatta la domanda e mi sono data una risposta: credo che dalla rabbia ce lo butterei io giù dal palazzo! E poi io di sotto insieme a lui per essere stata talmente stupida da non essermi accorta che qualcosa non andava.

Credo che la prima cosa che sentirei nel profondo del cuore sarebbe un grande senso di fallimento come madre e come educatrice, sensazione accompagnata subito dopo dallo sgomento perché non è possibile, non è proprio possibile che la mia bella e intelligente creatura abbia così poco rispetto per la vita e così poca materia grigia in testa da buttarsi a capofitto in una merda simile solo per dimostrare qualcosa a non si sa chi! 

Non sono madre, ma penso di essere realista.

Ditemi, voi come vi comportereste? 

Annunci

15 thoughts on “Questa brutta faccenda del Blue Whale

    1. Grazie per quest’articolo, è veramente ben scritto e credo che ogni genitore dovrebbe leggerlo con attenzione! Sono quasi completamente d’accordo con quello che dice, quasi perché non so ancora decidere se parlare della cosa può o non può aiutare… Certo, spettacolarizzarla non aiuta, ma informare le persone in modo che se magari si trovano davanti a un figlio caduto nella trappola siano in grado di riconoscerla forse sì…

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...