La serietà…questa sconosciuta!

Credo che ognuno di voi leggendo il titolo di questo articolo abbia pensato “eh sì, davvero” o qualcosa di simile per uno o più episodi accaduti nella propria vita. Io ve ne voglio raccontare uno in particolare:

La scorsa settimana entro su facebook e vedo un annuncio di lavoro sulla bacheca di un’amica. Diceva: “il negozio XXX In Piazza XXX cerca una commessa, andate a vedere sulla loro pagina!”

Dico bene, vediamo un po’, e apro la pagina a cui questa ragazza faceva riferimento. Mi si apre quella ufficiale del negozio e sulla bacheca ritrovo l’annuncio con tutti i numeri di telefono da chiamare.

Stavo cercando un’opportunità simile da un po’ e decido di non farmela scappare!

Chiamo uno dei due numeri segnalati e mi risponde una tizia. Dico “ciao, ho letto l’annuncio e bla bla bla” e lei “ok, presentati in negozio il tot giorno così ci conosciamo e facciamo un breve colloquio”.

Quel giorno mi metto tutta a puntino e un quarto d’ora prima di quella stabilita sono già arrivata davanti alle vetrine. Entro e dico alla commessa “buonasera, sto cercando M, sono qui per il colloquio” lei mi guarda e mi fa “M non c’è, forse vi siete capite male”

Cosa??

Ringrazio, esco, decido di aspettare cinque minuti per arrivare all’orario che avevamo fissato e poi provo a chiamarla. Risponde e mi dice che sta arrivando. Passano dieci, quindici, venti minuti e questa non si vede. Finalmente arriva, si presenta, io mi presento ed entriamo nel negozio. Mi fa accomodare in uno sgabuzzino per lo stoccaggio della merce e mi spiega che stanno cercando una commessa perchè una di quelle che lavora lì si deve operare a breve e quindi prenderebbero una stagista per due, tre mesi, a seconda del bisogno.

Bene, non benissimo ma bene! D’altronde è un piccolo negozio vicino casa e anche se propongono un contratto per poco tempo è sempre un’occasione per fare esperienza al pubblico e sicuramente è un punto in più da mettere nel curriculum.

Comunque la tizia mi dice che lei e la socia stavano cercando un modo per far fare dei giorni di prova alle ragazze prescelte (io e altre due) e che però con questo fatto dei voucher che sono stati tolti dovevano inventarsi un altro metodo. Prima di lasciarci mi promette che mi farà sapere qualcosa a breve.

Il giorno dopo mi telefona. Tutta contenta rispondo e lei mi dice “senti, allora io e la mia socia ci organizziamo per farvi fare un paio di giorni di prova a testa e poi decidiamo” e io “va bene, aspetto tue notizie”

Passano i giorni e di lei nessuna traccia. Mi aveva detto “entro sabato ti faccio sapere di sicuro!” ma arrivati al sabato ancora niente. Lascio passare il weekend poi il lunedì le mando un messaggio per chiederle se ci sono novità.

Visualizza ma non risponde.

Aspetto fino a Giovedì poi decido di chiamarla. Dopo due squilli attacca la segreteria.

Ok penso, forse sta lavorando (lei ha un negozio di unghie oltre a quello di abbigliamento che gestisce in società) e non può rispondere, magari nel pomeriggio mi richiamerà. Ma arrivano le 8 di sera e ancora la bastarda non s’è manco degnata di richiamare. Quindi richiamo io! Lo so, sono testarda e forse autolesionista, ma cavoli! Mi fanno saltare i nervi questi comportamenti!

Richiamo, il telefono squilla un po’ di più ma niente. Nessuna risposta, attacca la segreteria di nuovo.

è passata una settimana da quando ho tentato di contattarla per l’ultima volta e in questi benedetti sette giorni giuro che più e più volte sono stata non tentata, di più! Di andare in quel negozio dimmerda e cantargliene quattro!

Mi fa imbestialire questa gente!

Se c’erano stati problemi per via dei giorni di prova o se magari avevano scelto un’altra persona o qualsiasi altro motivo ci fosse dietro alla sua latitanza…dillo!

Lo dici, e amici come prima. Inventami pure una cazzata, ma dillo! Rispondi a quel cazzo di telefonooooooo!

Ok, mantenendo la calma…l’unico commento che mi è venuto da fare quando ho capito che questa baldracca non si sarebbe più fatta viva è stato “La serietà, questa sconosciuta”, ma vi assicuro che nella testa mi passavano molte, moltissime offese e che il mio cervello ha elaborato piani di vendetta giorno e notte.

Scusate per tutte le parolacce che ho scritto, giuro che in fondo non sono così xD

 

Annunci

26 thoughts on “La serietà…questa sconosciuta!

  1. Non sopporto queste situazioni, verrebeb da andare in negozio e menarla.
    Ma possibile che non ci sia il minimo rispetto per le persone? Come dici tu, bastava una scusa qualsiasi, ma con la corretetzza di dirtelo.
    Ma rispetto e correttezza forse non sono più di questo mondo. Nel tuo caso, secondo me meglio così. Sicuramente ti avrebebro sfruttata e magari nemmeno pagandoti.
    Rimane il nervoso, è capitato anche a me in passato.
    In bocca al lupo.

    Liked by 1 persona

    1. E sai che mi è venuta la voglia più volte di andare e farle una parte magari davanti ai clienti! Ma tanto a che sarebbe servito…mi limito a sperare che le cose le vadano male e lo so che non si fa, ma lei se lo merita! Grazie per l’in bocca al lupo 😉

      Liked by 2 people

      1. Ad esser sincero, non credo avrà il coraggio di richiamarti.

        A me l’ultima situazione imbarazzante di questo tipo (una sorta di pacco, diciamolo) è accaduta 5-6 anni fa. Alla ricerca di una baby-sitter per il figlio, si fece avanti una vicina di casa che conoscevo di vista. Il giorno dell’appuntamento non si è né vista né sentita, e sì che fino al giorno prima mi aveva bersagliato di telefonate e di domande perché sperava di essere prescelta. Non ho lasciato perdere, l’ho chiamata decine di volte finché – qualche giorno dopo – mi ha risposto. Poco mancava che la mandassi apertamente a fare ** ****, ma alla fine le ho consigliato un buon medico e le ho tolto il saluto.
        Successivamente – mesi dopo – qualcuno mi confidò che si trattava di una tipa stramba. L’avevo notato.

        Scusa la lungaggine, ciao

        Mi piace

      2. Certe persone sono strane…anche a questa che gli ci voleva di dire guarda, ho cambiato idea?? Spariscono e chi s’è visto s’è visto…il problema sai qual’è nel mio caso? Che questi pezzi di letame sanno benissimo che fuori c’è la fila di gente che cerca lavoro quindi pensano di potersi permettere di trattare tutti come gli pare e piace. Ma lei deve ricordarsi che ha un negozio e che la migliore (o peggiore) pubblicità sono sempre le persone e i passaparola di opinioni, o sbaglio?

        Liked by 1 persona

  2. Quello che ti hanno detto è una alternativa al classico e vigliacco “Le faremo sapere” che significa “non ci sperare, ma non si sa mai”. Facci l’ abitudine o la prenderai male.
    Una considerazione: il lavoro non è per fare curriculum, ma per guadagnare. Un in bocca al lupo per le prossime opportunità.

    Mi piace

    1. Ovvio che sia per guadagnare, ma dato che loro proponevano uno stage non c’era questa gran fonte di guadagno in prospettiva quindi più che per i soldi era per fare curriculum in questo caso. Visto che non ho nessuna esperienza di questo tipo o quasi mi avrebbe fatto comodo in futuro! E comunque porte in faccia ne ho ricevute a pacchi, ma qui non si tratta della solita porta in faccia perchè lei si è mostrata intenzionata, mi ha detto che ero una tra le tre “prescelte” e mi ha ricontattato più volte. Quindi no, non è come il classico “le faremo sapere” detto dopo un colloquio!

      Liked by 1 persona

  3. Mi dispiace cara ma forse gente così meglio perderla che trovarla. Hai ragione. Non era costretta ad assumerti ma doveva (e sottolineo il dovere obbligatorio) risponderti. Oltre alla serietà manca anche il rispetto!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...